PsicoterapicaMente

Il Centro presente nelle sedi di Varese e Napoli, si rivolge a individui, coppie, famiglie, organizzazioni e istituzioni che esprimono un disagio o affrontano un cambiamento e intendono accedere alle proprie risorse.

 

Nel Centro opera un'équipe di professionisti specializzati nella psicologia in ambito clinico, giuridico, sociale e delle organizzazioni che accoglie e lavora a partire dalle parole dell' individuo e della sua domanda all'interno del proprio sistema complesso.

 

Grazie al suo modello non convenzionale, Psicoterapicamente è riferimento sul territorio, nonché sede partner di Villa Miralago (VA) la comunità residenziale più grande in Italia specializzata nella cura dei disturbi del comportamento alimentare, psicoanaliticamente orientata, con equipe multidisciplinare integrata.

 

 

IN AMBITO PSICOLOGICO - PSICODIAGNOSTICO

 

  • Sostegno Psicologico Individuale e di Coppia
  • Sostegno alla Genitorialità
  • Prevenzione (primaria e secondaria) del disagio psichico
  • Psicodiagnosi
  • Consulenza di orientamento scolastico, universitario e professionale
  • Consulenza per aziende e organizzazioni

IN AMBITO PSICOTERAPICO

 

  • Psicoterapia individuale
  • Psicoterapia di gruppo
  • Psicoterapia di coppia/familiare
  • Psicoterapia dell'infanzia e dell'adolescenza

 

 

IN AMBITO PSICHIATRICO

 

  • Consulenza psichiatrica

Ultime dal blog

Report del Convegno "Confini violati", Napoli 23 Giugno 2018
Una sintesi dei principali temi affrontati durante il Convegno organizzato dal nostro Centro e patrocinato dall'Ordine degli Psicologi della Campania, l'Associazione di Psicologia analitica ALBA ed il Comune di Napoli.
Leggi ›
 
 
Dagli attori agli spettatori della violenza: perchè restiamo a guardare?
L'articolo pone l'attenzione sul fenomeno del bullismo dal punto di vista di coloro che assistono passivamente a maltrattamenti verbali o fisici soffermandosi sull'importanza di implementare programmi di prevenzione.
Leggi ›
 
 
"E tu perché non esci?" L'altra faccia della socializzazione, tra imperativi categorici e rischio di patologizzazione della solitudine.
"Ma perché non esci?", "Se frequentassi un gruppo sportivo ti farebbe bene", "Mio figlio passa delle ore chiuso in camera, vorrei che stesse di più con i suoi amici" (...)
Alcune riflessioni sul bisogno di essere in relazione con altri e sull'importanza di una lettura critica che includa il soggetto nella sua dimensione unica e irripetibile.
Leggi ›